Gli studenti dell’Itis “Fermi” di Barletta e la “Memoria” della Shoah

PDF Stampa E-mail
Scritto da Amministratore   
Sabato 03 Febbraio 2018 19:00

Canto tra i viali del dolore e della speranza

 

 

Su queste strade,

dove anche il respiro

si fa preghiera,

aleggia ancora

nelle nostre coscienze,

marezzate

dall'onta dell'indifferenza,

l'urticante suono fesso

della vanità bronzea,

che solo l'odio di folli

poté generare...

I passi perduti,

nel fradicio manto nevoso,

di chi la brama di potere

condannó inferiori,

ci guidano,

ammantati d'Immensitá,

alle vostre sedie recuperate,

tenaci nella Speranza,

liberati dalla Verità,

resi più puri

dai refoli vivificanti

della Memoria e dell'Amore...

prof. Franco Attorre

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sono rimaste impresse nella memoria dei nostri studenti alcune istantanee di un viaggio condotto sui luoghi dell’Olocausto, fortemente atteso e denso di significati, denominato “Treno della Memoria 2018” e organizzato dall’ente TdF Mediterranea. Primo fotogramma: alcune centinaia di studenti provenienti da varie zone della Puglia si radunano davanti all’Itc “Lenoci” di Bari, in attesa di sapere quale sarà il gruppo di scuole con cui condivideranno questa esperienza e la prima destinazione del tragitto che dovranno percorrere, Budapest o Praga, carichi di bagagli e di allegria straripante e contagiosa. Secondo fotogramma: l’espressione attonita di tutti i partecipanti mentre sfilano tra i viali di Auschwitz e di Birkenau, separati da cordoni di filo spinato, alle prese con i sentimenti contrastanti suscitati dalle prove concrete di una tragedia immane (cumuli di scarpe, valigie, capelli umani…), fino ad allora conosciuta marginalmente attraverso libri e filmati. Terzo fotogramma: in una fantastica giornata di sole, i giovani si affollano festanti nel flash mob organizzato per loro in Rynek Główny, la piazza principale della città di Cracovia, al termine dell’assemblea dei vari gruppi, in cui hanno avuto l’opportunità di confrontarsi tra loro con il fine di stilare un bilancio di quanto provato nei giorni precedenti, al grido “Ogni luogo è casa mia!”.

 

 

Quelli appena descritti sono solo alcuni fra i tanti momenti che 11 studenti dell’Itis “Fermi” di Barletta (scelti fra le classi 4A Elettronica e 4C Informatica) hanno vissuto intensamente a partire dal 19/01 fino al 27/01, giorno della Memoria dedicato specificamente alle vittime dell’Olocausto: più che di un viaggio nel senso stretto del termine, si è trattato di un “pellegrinaggio morale”, nel corso del quale ogni partecipante ha avuto ben chiara la consapevolezza che non avrebbe visitato da turista le mete previste, ma con l’impegno di “ricordare” e di non “far dimenticare” quali tragiche conseguenze abbia comportato l’insania dell’odio di una nazione su Ebrei, zingari, omosessuali, oppositori politici, suore e sacerdoti…

A riprova del fatto che si è trattato di un evento dai connotati non tradizionali, vanno ricordate le modalità del viaggio, in quanto gli studenti hanno raggiunto prima Budapest e poi Cracovia in autobus, sobbarcandosi circa 24 ore di viaggio sia all’andata che al ritorno e alloggiando non in comodi alberghi, dove fosse riservato loro un trattamento di pensione completa, ma in ostelli in cui hanno condiviso camere e bagni con gli alunni di altri istituti: ma al di là delle ben comprensibili difficoltà logistiche e di adattamento, i ragazzi hanno trovato ben presto il modo di fraternizzare e di confrontarsi tra di loro, trascorrendo insieme tutti i momenti liberi loro concessi e sforzandosi di vincere le naturali tendenze all’individualismo in nome di una reciproca collaborazione fattiva.

Tappe fondamentali del loro cammino sono state le visite della città e del museo dell’Olocausto di Budapest, della Città di Cracovia, del Ghetto ebraico (“Kazimierz”), del Museo della Fabbrica di Schindler e dei Campi di Auschwitz e Birkenau, che hanno rappresentato il momento culminante di questo percorso, al termine del quale hanno preso parte ad una toccante cerimonia di commemorazione delle vittime; alla presenza dei docenti accompagnatori e degli educatori individuati dall’ente organizzatore (cui va un doveroso ringraziamento per la generosa e paziente opera di assistenza prestata), i giovani si sono appassionati al racconto dei fatti grazie anche alla recitazione degli attori della compagnia “Improvvisart” di Lecce, che hanno interpretato alcuni personaggi comuni, testimoni degli eventi, e recitato brani pregnanti tratti dalle opere di Primo Levi, commuovendo ed invitando i presenti alla riflessione.

Inoltre, i nostri studenti hanno visionato importanti filmati relativi a testimonianze e ricostruzioni storiche dell’Olocausto, con particolare riferimento alle gesta del nostro connazionale Giorgio Perlasca, che ebbe il coraggio di salvare la vita di oltre cinquemila ebrei ungheresi, strappandoli alla deportazione nazista. Ruggiero, Gennaro, Ezio, Salvatore Pio, Vito, Fabrizio, Marco, Giuseppe, Angelo, Roberto e Salvatore: a voi è affidato il compito di trasmettere ai vostri coetanei il senso di quanto avete vissuto grazie a questa esperienza e di testimoniare concretamente che le tre parole chiave che vi sono state ripetute, “Storia, Memoria e Impegno”, rappresentano gli strumenti attraverso i quali devono essere difesi la dignità e di diritti di ogni uomo, contrastando con forza qualsiasi forma di discriminazione provocata da caratteristiche genetiche e fisiche, credo religioso e politico, condizione economica e sociale e razza.

 
free pokerfree poker

Partner Alternanza Scuola-Lavoro

© 2018 I.I.S.S. "M. CASSANDRO - E. FERMI - P. NERVI" Via Madonna della Croce, 265 - c/o polivalente - 76121 BARLETTA
plesso ITIS Fermi: tel.0883/575881 - bais07800r@istruzione.it - bais07800r@pec.istruzione.it
plesso ITG Nervi: 0883/522277 ~ plesso ITES Cassandro: 0883/512110
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL
Sito web realizzato nell'ambito del corso POF "Web site story" nell'A.S. 2010-2011 dagli alunni delle classi 4^C e 5^C di indirizzo Abacus diretti dal prof. Mario Quarto (Invia una e-mail)

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi: procedendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per ulteriori informazioni sui cookie e come cancellarli, visitate la pagina informativa sulla privacy.

Accetto i cookie di questo sito.

Direttiva EU Cookie